Ci vuole pazienza!

by Giulia

Word Cloud "Crowd Funding"Sì, mi dicono di avere pazienza. Cosa credevo io? Che appena sbarcata su Babelcube frotte di traduttori mi avrebbero inseguita per tradure i miei lavori? Evidentemente non è così e ormai sto meditando di chiudere l’account. Proposte non ne ricevo e mi sono stancata di farne. Cercherò traduttori autonomamente, forse è la strada migliore. Almeno per me. Era una buona opportunità, almeno sulla carta. E so che c’è gente che la utilizza con profitto. Proverò altre strade, poi l’idea di fare diventare Babelcube il distributore dei miei lavori non è che mi faceva proprio impazzire. Quindi non tutto il male viene per nuocere. Accordi non ne ho ancora siglati, posso sempre uscirne. L’idea che il traduttore partecipasse agli utili, senza anticipi, o altro, per uno scrittore squattrinato è una sirena allettante, ma forse che so è meglio fare un crowdfunding , alternativa che non ho mai preso veramente sul serio. Ma si potrebbe fare per fare un audiobook, una traduzione appunto, magari un booktrailer professionale. Le possibilità sono quasi infinite, basta scegliere la piattaforma giusta. Basati sull’esperienza di chi ha fatto crowdfunding riusciti. Ci penserò, non si sa mai.  Shan ::

Advertisements