Un primo passo

by Giulia

Schizzo 1E così mi sono decisa, pubblicare i miei lavori è meglio che lasciarli impolverare nei cassetti. Certo ci vuole ancora un lungo lavoro di editing, prima di tutto, poi servono le copertine, e poi, appena potrò, farò tradurre i testi in inglese. Per quanto riguarda le cover, mi sono rivolta ad un bravo disegnatore, un artista di cui da sempre apprezzo i lavori e ho commissionato una cover per “Occhi tristi”. L’ idea era una cover vintage anni 50, di quelle da romanzo pulp per intenderci. Immaginavo una scena notturna, come sfondo un diner con le insegne luminose e in primo piano un detective intento ad accendersi una sigaretta. Un po’ Hopper, un po’ Norman Rockwell, ma con lo stile particolare di Niccolò Pizzorno. Questo è lo schizzo che ho scelto. A lavoro finito sarete i primi a vederlo. Poi mi occuperò della traduzione. Cercherò un buon traduttore, ne ho già in mente alcuni, e probabilmente farò una raccolta fondi su qualche piattaforma di crowdfunding. Tutto sembra facile quando si idea qualcosa, ma so benissimo che non lo sarà.  Ma l’importante è compiere il primo passo. Come in tutte le cose dopo tutto. :: Shan

Advertisements